Hardware: i “mal di testa” del tuo computer fisso

schermo-nero1Una delle situazioni piu tipiche del tuo computer fisso (ma ahimè accade anche con i portatili), è che li lasci bene il giorno prima e li trovi morti la mattina dopo. Tipico mal di testa dei computer.

La situazione è quella tipica di tentativo di accensione e schermo nero.

Ci possono essere varie cause.

 

 

 

1) Alimentatore

Se non vedete accendersi alcuna spia, o è lui o è il maledetto cavo di alimentazione che si è staccato dalla vetusta “ciabatta”. Sarà banale ma il piu delle volte è la spina che va risistemata nella presa. Penserete: ma dai! Eppure è cosi, (ricordo ancora come oggi quando 20 anni fa mi dissero: “Scusi ho il mio Olivetti M240 che non si accende! – “Ha messo la spina nella presa?” – risposta “Quale spina?”…).

Molto spesso trattasi di un semplice malore del cavo, facilmente risolvibile togliendo e rimettendo il cavo sia dal lato presa che dal lato alimentatore. Se non dovesse accendersi, se ne avete un altro, provate a sostituire il cavo di alimentazione, anche quelli si deteriorano, e se avete qualche animale in casa, è facile che lo abbiano anche rosicchiato. Se non dovesse accendersi ancora, e allora la causa al 99% è lui, l’alimentatore, se non avete dimistichezza… chiamate un tecnico.

2) La spia Power si accende ma lo schermo rimane nero.

Adesso le ipotesi diventano molteplici.

Se non viene emesso nessun beep, la scheda madre, ovvero quella dove poggiano tutte le schede e memorie, non parte affatto, magari avvia le ventole di raffreddamento del processore ma non fa fare altro.

Come procedere? In questi casi si puo’ trattare del classico”falso contatto”, ovvero polvere o chissà quale altra diavoleria, incluso qualche vostro nemico che si è introdotto nello “scatolotto”, che fa stare il vostro computer in una specie di letargo. Spegnete il computer, meglio se togliete proprio l’alimentazione. Aprite il vostro back-cas1computer, di solito molto semplice da aprire, basta svitare 2 viti e il coperchio viene via. Attenzione, solitamente i “case/scatolotti” hanno due lati dove è possibile svitare, come da foto svitate il lato opposto a quello dove connettete le periferiche, nel caso specifico quello di destra. Aprendo, se avete a disposizione un aspirapolvere, fate un po di pulizia, selezionando però una velocità bassa, o potrebbe catturare anche dei componenti piccoli come i dip-switch! Dopo questa operazione, l’operazione piu semplice da fare è quella di spingere schede e componenti, e dando una leggera pressione alla scheda che trovate sul fondo, richiudete e provate a riavviare.
Molto spesso questa semplice operazione, risolve il problema, ma se continuasse a non partire, in questo caso è necessario che abbiate una certa conoscenza tecnica, provate a smontare e rimontare ram e schede accessorie, montate sulla scheda madre. Mentre il primo tentativo potrete eseguirlo anche senza alcuna esperienza, (facendo attenzione a non esercitare una pressione dei componenti da spaccarli!), il secondo, se non lo avete mai fatto, è consigliabile farlo fare da un tecnico.

3) La spia Power si accende, schermo rimane nero, sentite dei “beep” acustici.

99% dei casi o è la scheda video o sono le ram. Nel caso di scheda video, in alcuni rari casi, basterebbe aprire il computer come descritto sopra, e provare o a togliere e rimettere la scheda video, o solo premendo la scheda video affinché sia ben attaccata alla scheda madre.  Se la pressione della scheda video non risolve… chiamate il tecnico.

L’ 1% riguarda altri problemi alla scheda madre, di difficile soluzione. Teoricamente i beep emessi, seguono un determinato criterio, dal numero di beep che sentite, e in base al produttore della scheda madre, il numero di beep vi potrebbe indicare il componente o difettoso o non agganciato correttamente.

Se avete una certa manualità con le schede, potreste trovare l’operazione, anche semplice, se non avete alcuna esperienza.. come dicono nel wrestling, DONT’T TRY THIS AT HOME, non provatelo a casa!

 

Th3 D3f4ult

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *